Resta escluso dalla valutazione solo il reddito della casa di abitazione, l'indennità di accompagnamento, le pensioni di guerra, i trattamenti di famiglia (cfr: per dettagli Circolare Inps 44/2002). Partecipa alle conversazioni. Carmelo Giurdanella Tale adempimento, però, è a pagamento, in quanto il giudice nomina un consulente tecnico e un medico legale dell’INPS. L’invalido civile totale, oltre all’indennità di accompagnamento, può aver diritto alla pensione di inabilità civile, o assegno mensile per inabili civili, pari a 285,66 euro al mese per il 2019 ed a 286,81 euro per il 2020. Questi ultimi redigono poi una relazione tecnica che sarà poi trasmessa sia all’INPS sia al ricorrente. L'indennità, inoltre, non è reversibile ai superstiti e viene erogata al "solo titolo della minorazione" cioè a prescindere dal requisito reddituale personale, coniugale o familiare dell'avente diritto. Quindi, dopo che il medico ha inviato all’INPS il certificato in via telematica, sarà compito dell’invalido a inoltrare la domanda online all’Istituto per il riconoscimento dell’invalidità. Ricevi tutti gli aggiornamenti nella tua email! Entra nel nuovo BUSINESS CENTER  di PensioniOggi. L’indennità di accompagnamento, erogata solo a domanda dell’interessato, è una prestazione erogata agli invalidi civili totali con impossibilità di deambulazione senza l’aiuto di un accompagnatore o incapacità a compiere gli atti delle vita quotidiana. Digit Italia Srl - Partita iva/C.f. L’assegno di accompagnamento ha uno scopo differente dalle pensioni di inabilità o all’assegno di invalidità civile. Anzi, per i richiedenti che hanno fra i 18 e i 67 anni è sufficiente che nel verbale redatto dopo la visita medica di accertamento sanitario sia riportato che la persona è impossibilitata a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore oppure a compiere gli atti quotidiani della vita senza un’assistenza continua. Nelle seguenti righe vedremo tutto in dettaglio. Prima di ogni cosa occorre ottenere dal medico di base il cd. Pensioni di luglio 2020 pagamento anticipato a partire dal 24 giugno per i titolari di un libretto di risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Dalla pensione d’invalidità civile all’assegno di accompagnamento, dai permessi retribuiti Legge 104 allo sconto per l’acquisto dell’auto: sono numerose le agevolazioni e le prestazioni di assistenza a favore dei disabili. In questa ipotesi, inoltre, il giudizio per l'accertamento dell'esistenza dell'impossibilità a compiere gli atti quotidiani della vita deve essere rapportato alla capacità media di una persona sana di pari età. 5 della legge 224/1984 nè con l'indennità di frequenza (art. Giovanni Antoc. Pertanto, solamente chi presentare un’invalidità civile al 100%, insieme a una delle due predette condizioni dà effettivamente diritto alla prestazione economica in argomento. Minorazioni fisiche o psichiche per i quali è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore, oppure minorazioni fisiche o psichiche per i quali è stata accertata l’incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita. Ebbene, partiamo innanzitutto col dire che l’indennità di accompagnamento è una prestazione economica erogata dall’INPS esclusivamente a una determinata categoria di soggetti invalidi. Quest'ultima, infatti, pur incidendo nel sistema di valutazione del requisito medico legale, non rileva ai fini dell'attribuzione delle prestazioni che può essere riconosciuta ad ogni soggetto che si trova nelle condizioni richieste dalla legge dal momento della nascita fino al momento della morte. Prodotti e Servizi per la Pubblica Amministrazione, Professionisti e Aziende. Per loro, infatti, non potendosi fare riferimento alla riduzione della capacità lavorativa, non è possibile valutare la totale invalidità come previsto per le persone maggiorenni e infrasessantacinquenni (cfr: messaggio inps 6303/2012). L'articolo 2 della legge 429/1991 prevede, peraltro, che alle persone affetta da distinte menomazioni le quali, singolarmente considerate, darebbero titolo al'indennità di accompagnamento per i ciechi e gli invalidi totali o l'indennità di comunicazione per i sordomuti, spetta un'indennità cumulativa pari alla somma delle indennità attribuite per le singole menomazioni. Sembra una cosa da niente, ma invece, il ricovero del beneficiario dell’assegno di accompagnamento è molto importante. L’indennità di accompagnamento non spetta ai disabili ricoverati gratuitamente in un istituto, cioè ricoverati ricovero in reparti di lungodegenza o riabilitativi, con retta o mantenimento a totale carico di un ente pubblico, anche se alla retta si aggiunge una contribuzione da parte di privati per ottenere un migliore trattamento. Di conseguenza l'indennità compete anche quando il contributo della Pubblica Amministrazione copra soltanto una parte della retta di ricovero. Per richiedere l'assegno di accompagnamento, ossia, la prestazione integrativa alla pensione, il cittadino italiano, comunitario o extracomunitario, deve rivolgersi al proprio dottore di famiglia per richiedere il rilascio del certificato medico attestante la percentuale di invalidità riconosciuta … Per il riconoscimento del beneficio, . (Circolare del Ministero del Tesoro 14/1992). La legge prevede che la prestazione economica viene corrisposta per 12 mensilità, a partire: Attenzione però: il pagamento dell’indennità viene sospeso in caso di ricovero a totale carico dello Stato per un periodo superiore a 29 giorni. Ci sono buone notizie per i contribuenti che percepiscono l’indennità di accompagnamento o che ne fanno richiesta per la prima volta. L’indennità accompagnamento anziani è esente dalle ritenute Irpef, quindi non va dichiarata nella dichiarazione annuale dei redditi. L'indennità non è cumulabile con analoghi trattamenti di accompagnamento concessi per invalidità contratte per causa di guerra, di lavoro o di servizio. 1 comma 3 della legge 508 del 1988. Indennità di accompagnamento 2020, disponibili gli importi aggiornati dell’assegno che, come ogni anno, subiscono una rivalutazione economica.Per gli invalidi civili l’indennità è pari a 517,94€ mentre per i ciechi assoluti è di 921,13€.. ... Assegno di accompagnamento per gli invalidi civili. L'articolo 6 del Dlgs 509/1988 prevede che si considerano mutilati ed invalidi i soggetti che hanno persistenti difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età. La pensione di accompagnamento è disciplinata dalla legge 18 del 1980 e dall’art. Dal punto di vista fiscale, l’assegno è esentasse, cioè non si paga Irpef su tali importi. Del pari la prestazione non risulta cumulabile con l'assegno per l'assistenza personale e continuativa per i pensionati di inabilità previsto dall'art. Ai minori titolari di indennità di accompagnamento, al compimento della maggiore età, viene automaticamente riconosciuta la pensione di inabilità riservata ai maggiorenni totalmente inabili. La pensione di accompagnamento è una prestazione di assistenza, che spetta a tutti gli invalidi civili e a quelle persone che non sono in grado di compiere gli atti di vita quotidiana. pensione di invalidità civile nel 2021 avrà un importo pari a 287,09 euro. Redditi in fase di dichiarazione reddituale. Per il riconoscimento del beneficio non sono previsti limiti minimi e massimi di età. Per quest’anno, l’importo dell’indennità mensile è di 522,10 euro. minorazioni fisiche o psichiche per i quali è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore; minorazioni fisiche o psichiche per i quali è stata accertata l’incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita. immigrazione per i cittadini stranieri extracomunitari legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato, anche se privi di permesso di soggiorno CE di lungo periodo; residenza stabile e abituale sul territorio nazionale; non essere ricoverati in istituti con pagamento della retta a carico dello Stato o di Enti pubblici. In questi casi l'articolo 1, co. 4 della legge 508/1988 prevede giustamente che tali prestazioni, in quanto aventi ad oggetto sempre la tutela della non autosufficienza, non possono essere cumulati tra loro. Ma da quando decorre l’indennità di accompagnamento? La prestazione viene in particolare riconosciuta sia agli italiani sia agli stranieri comunitari (se regolarmente riscritti all’anagrafe nel proprio comune di residenza) ed extracomunitari, purché in possesso da almeno un anno del permesso di … La prestazione, peraltro, è compatibile altresì con lo svolgimento di attività lavorativa senza alcun limite di reddito. Tali requisiti non configurano un'autonoma attribuzione dell'indennità ma pongono soltanto le condizioni perchè tali soggetti siano considerati mutilati ed invalidi, il primo dei requisiti appena descritti per la concessione dell'indennità. Accompagnamento alla pensione e fondi di solidarietà, le istruzioni sul versamento della provvista da parte del datore di lavoro, la gestione e la riscossione della stessa, vengono fornite dall’INPS con il messaggio numero 2873 del 20 luglio 2020.. L’Istituto spiega le novità che saranno operative dai pagamenti di ottobre 2020.. Purtroppo chi percepisce l’assegno di accompagnamento non riceverà la tredicesima mensilità. In pratica, l’interessato deve sottoporsi a un accertamento tecnico preventivo, ossia una sorta di verifica preventiva delle condizioni di salute a sostegno della propria richiesta. Per proporre la domanda giudiziale di accertamento delle condizioni sanitarie per ottenere l’indennità di accompagnamento basta la semplice presentazione della domanda di invalidità civile, con allegata la certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti [6]. sale anche l’importo dell’indennità di accompagnamento che passa dagli attuali 520,29 euro mensili a 522,1 euro mensili. In caso affermativo è necessario precisare se il ricovero medesimo è a carico dello Stato o a carico dell'invalido. L’indennità di accompagnamento non esclude la percezione di una pensione per invalidità, anzi, è compatibile e anche cumulabile. E ancora, come fare domanda per ottenere l’indennità di accompagnamento? In caso di esito positivo, la commissione medica invierà al cittadino il verbale definitivo. L'assegno viene corrisposto, in presenza dei requisiti sanitari, dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda amministrativa. Pensione d'invalidità e assegno di accompagnamento: ritardi INPS e ASL, lunghe attese per il riconoscimento degli assegni. Quali sono i nuovi importi? Sono esclusi dal diritto all'indennità di accompagnamento gli invalidi che siano ricoverati gratuitamente in istituto di degenza, o per fini riabilitativi; il day hospital non è invece ricovero è pertanto non influisce sulla spettanza dell'indennità di accompagnamento (messaggio inps 18291/2011). Si ricorda che secondo la legge per ricovero gratuito deve intendersi quello con retta o mantenimento a totale carico di un Ente pubblico. Indennità di accompagnamento, spetta anche la tredicesima? Il VIDEO, Governo Draghi, caos tra i 5 stelle: rinviato il voto su Rousseau. L’accesso all’indennità di accompagnamento, ovviamente, non è automatico e bisogna seguire un iter ben preciso. Prestito con indennità di accompagnamento: è possibile averlo e attraverso quale forma di finanziamento?Dunque, se siete approdati in questa pagina è perchè siete alla ricerca di prestiti con pensione di accompagnamento laddove, in realtà, sarebbe più corretto parlare di un prestito con indennità di accompagnamento in quanto la natura previdenziale prevista dalla legge nr. L’ultimo step riguarda l’inoltro all’INPS dei dati utili per la liquidazione degli importi spettando, come ad esempio le coordinate bancarie. Possono beneficiare di una indennità di accompagnamento legge 104, o assegno di accompagnamento, tutte le persone alle quali è stata riconosciuta una invalidità totale al 100%.Questa provvidenza economica viene erogata dall’Inps, a tutti gli invalidi civili che la richiedano, per permettere loro di agevolarsi con una assistenza sanitaria continua e adeguata alle esigenze. 730 o mod. 3, legge 289/1990). Inoltre, non bisogna essere ricoverati in istituti con pagamento della retta a carico dello Stato o di Enti pubblici. A tal fine è possibile avvalersi dei seguenti canali: Dopo l’invio della domanda, l’interessato è convocato davanti all’apposita commissione medica Asl per gli accertamenti sanitari. Possono ottenere la prestazione i soggetti che hanno: a) il riconoscimento di una invalidità civile totale e permanente del 100% accompagnata; b) dalla impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero dall'impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita e conseguente necessità di un'assistenza continua. Indennità accompagnamento 2021: a chi spetta, nuovi importi, come funziona, domanda, Leggi anche “Pensione di invalidità 2021: a chi spetta, requisiti, nuovi importi, domanda”, mod. Quando si parla di pensione e invalidità, si fa spesso confusione, in quanto il sistema previdenziale italiano è molto complesso e ingarbugliato. Indennità di accompagnamento: Per invalidi civili con 100% di invalidità che necessità di assistenza continua: € 522,10. L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica assistenziale, dovuta agli invalidi civili totali che necessitano di un’assistenza continua, in quanto non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita. Inoltre ai sensi del comma 6 del predetto articolo 25 se la prestazione è stata riconosciuta in favore di un minore questi, automaticamente, al compimento del 18° anno si porta dietro l’indennità con l’aggiunta della pensione di inabilità civile senza la necessità di nuove viste e accertamenti. Guido Scorza, Avv. Un’importante novità contenuta dall'articolo 25, co. 6-bis del dl 90/2014 dispone che il verbale resta valido fin quando non viene rivisto e questo per evitare un vuoto economico, con la sospensione dell’indennità anche per mesi. Si ricorda che secondo la legge per ricovero gratuito deve intendersi quello con retta o mantenimento a. Infatti queste sono tutte prestazioni volte a sostenere l’invalido dal punto di … L'assegno per l'anno 2020 è pari a 520,29 €, spetta per 12 mensilità e, al pari delle altre provvidenze assistenziali, è esente da Irpef, cioè non è tassata e non va dichiarata in denuncia dei redditi nè concorre alla determinazione del requisito reddituale previsto per l'attribuzione di altre prestazioni sociali o assistenziali erogate dallo stato. Anche in questi casi la legge consente la possibilità di scegliere il sussidio più conveniente. Pensione di invalidità: per maggiorenni con 100% di invalidità: € 287,09. Resta aggiornato con la nostra Newsletter. L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica, erogata a domanda, a favore degli invalidi civili totali a causa di minorazioni fisiche o psichiche per i quali è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto di un accompagnatore oppure l’incapacità di compiere gli … Ne sono dunque destinatari tutti i soggetti che, a prescindere sia dall’età anagrafica sia dalla propria situazione reddituale, si ritrovino in accertate condizioni di minorazione psico-fisica. Direttore: Avv. Tale stato si realizza quando il soggetto riconosciuto invalido non riesce a compiere quelle azioni elementari che espleta quotidianamente un soggetto normale di corrispondente età e che rendono, pertanto, il minorato, bisognoso di assistenza. Elio Guarnaccia, Dott. L'indennità di Accompagnamento Il dizionario di Pensioni Oggi. Come funziona? L’importo spettante per il 2016 è di 512,34 euro per 12 mensilità. Rispondiamo a chi chiede a quanto ammonta l’assegno INPS di accompagnamento 2021. Tale codice, poi, dovrà essere inserito nella domanda di accertamento sanitario da inoltrare all’INPS attraverso il servizio “Invalidità civile – Invio domanda di riconoscimento dei requisiti sanitari”. Redditi in fase di dichiarazione reddituale, Concorsi pubblici 2021 e Covid: il nuovo protocollo per la ripartenza delle selezioni, Legge 104, tutela lavoratori disabili: assenza da lavoro equivale a ricovero ospedaliero, Irpef 2021: gli scaglioni, aliquote il calcolo, le detrazioni, Pensione di invalidità 2021: a chi spetta, requisiti, nuovi importi, domanda, Carta reddito di cittadinanza: spese ammesse ed escluse nel 2021, Concorso Infermieri A.O. Segui su Facebook tutte le novità su pensioni e lavoro. Quali? certificato medico introduttivo, contenente il codice allegato. Vediamo dunque i requisiti e le particolarità di questo particolare sussidio. L'indennità viene erogata a tutti i cittadini italiani o Ue residenti in Italia, ai cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo a condizione, sempre, che siano residenti nel nostro territorio. Per leggere tutte le nostre news seguici su: Facebook, Telegram, GNews, FlipBoard. Le norme che regolamentano tali benefici per gli invalidi divenuti tali per le cause sopra descritte prevedono, infatti, a determinate condizioni, il riconoscimento a loro favore di specifiche indennità di accompagnamento in importi che possono anche differire rispetto alla appena descritta prestazione (si veda qui). L'indirizzo email inserito non è corretto! Con questi limiti, gli importi mensili delle pensioni sono: per invalidi e sordi di 287,09 €, per ciechi parziali di 213,08 € e per ciechi assoluti di 310,48 €. Quando si parla di pensione e invalidità, si fa spesso confusione, in quanto il sistema previdenziale italiano è molto complesso e ingarbugliato. Un piccolo aumento c'è per l’assegno di accompagnamento che dal 1° gennaio 2021 sale da 520,29 a 522,10 euro, come spiegato nell'allegato numero 2 alla circolare Inps. Il limite di reddito è fissato in € 16.982,49. Per atti quotidiani della vita sono da intendersi il complesso di tali funzioni quotidiane della vita individualizzabili in alcuni atti interdipendenti o complementari nel quadro esistenziale d’ogni giorno: vestizione, nutrizione, igiene personale, espletamento dei bisogni fisiologici, effettuazione degli acquisti e compere, preparazione dei cibi, spostamento nell’ambiente domestico o per il raggiungimento del luogo di lavoro, capacità di accudire alle faccende domestiche, conoscenza del valore del denaro, orientamento tempo-spaziale, possibilità di attuare condizioni di autosoccorso e di chiedere soccorso, lettura, messa in funzione della radio e della televisione, guida dell’automobile per necessità quotidiane legate a funzioni vitali, ecc.