Il Vangelo di oggi con le Letture accompagnato dal pensiero di Papa Francesco don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2020 – Gv 14, 21-26 Siamo noi questa folla che fa fatica a camminare per tornare alla casa di un senso per cui valga la pena vivere; siamo noi storpi e ripiegati su noi stessi, incapaci di alzare lo sguardo e di accorgerci di un mondo immenso oltre il nostro io; siamo noi ciechi nel non riuscire a vedere ciò che conta; siamo noi sordi, incapaci di ascoltare la Parola che può salvarci. 1150. Riflessione del vangelo di Oggi Gerico è la città che fa da ingresso alla terra promessa, quella stessa terra dove arrivarono gli israeliti dalla schiavitù d’Egitto. PAGINA UFFICIALE: Don Luigi Maria Epicoco è sacerdote, teologo e scrittore. Il Vangelo di oggi ci parla in maniera dettagliata dell’equipaggiamento che un discepolo di Cristo deve avere: “Allora chiamò i Dodici, ed incominciò a mandarli a due a due e diede loro potere sugli spiriti immondi. Solo chi ama attende. Imparare a pregare non è imparare delle parole ma imparare un atteggiamento. Giovanni 13,21-33. Un portale web dedicato a preghiere e spiritualità, “Allontanatosi di là, Gesù giunse presso il mare di Galilea e, salito sul monte, si fermò là”. Adresse courriel ou téléphone: Mot de passe Il primo dettaglio lo ritroviamo negli occhi di Gesù: “Dette queste cose, Gesù si commosse profondamente e dichiarò: «In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà»”. Quanti di noi sono abbandonati a se stessi. Ma Egli non si accontenta di portare nuovamente un’occasione di vita diversa. C’è una preoccupazione che accompagna le donne che al mattino presto di Pasqua si recano al sepolcro per ungere di oli profumati il corpo morto di Gesù: “Chi ci rotolerà via la pietra dal sepolcro?”. E la folla era piena di stupore nel vedere i muti che parlavano, gli storpi raddrizzati, gli zoppi che camminavano e i ciechi che vedevano”. Ed è proprio li che accadono tre cose importanti che dovrebbero fissarsi nella nostra memoria e nel nostro cuore. Non sanno ancora che è Pasqua. 29 Settembre 2019. “Mentre si avvicinava a Gerico, […] Vangelo del Giorno « Signore, da chi andremo ? All brands and logos mentioned or used on the website are the property of the respective holders of the rights. Il Vangelo di oggi ci riporta sotto la croce. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Il commento al Vangelo di oggi, 8 marzo 2020, a cura di #donFabioRosini. © 2016 Servi di Cristo Vivo. Anzi potremmo dire che il metro vero dell’amore lo si misura dalle attese. Il primo dettaglio lo ritroviamo negli occhi di Gesù: “Dette queste cose, Gesù si commosse profondamente e dichiarò: «In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà»”. © 2016 Servi di Cristo Vivo. E intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone”. Essere pecore senza pastore significa essere abbandonati a noi stessi. All Rights Reserved. Non sentirsi corrisposti nell’amore, o peggio essere feriti proprio mentre si ama è una delle ferite più dolorose che un uomo possa vivere. Gerusalemme rappresenta ciò che conta di … La scena raccontata nel Vangelo di oggi è davvero significativa. Non voglio rimandarli digiuni, perché non svengano lungo la strada». Non dovremo mia dimenticare che l’esperienza del tradimento non è un’esperienza che lascia Gesù […] E i discepoli gli dissero: «Dove potremo noi trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?»”. Il dolore in Gesù non si trasforma mai in rabbia. Tutti i marchi, i testi e i loghi citati o utilizzati sul sito sono di proprietà dei rispettivi titolari dei diritti. Matteo 15,29-37. Gesù entra nella sinagoga. Simon Pietro gli fece un cenno e gli disse: «Di’, chi è colui a cui si riferisce?». Riflessione del vangelo Tanti dettagli fanno da mappa nel Vangelo di oggi. Home Vangelo del Giorno don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 30 Settembre... Vangelo del Giorno; don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 30 Settembre 2019. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del Giorno – 12 Aprile 2020. COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO. All Rights Reserved. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. È saper reclinare il nostro capo sul petto di Gesù. 2400 ” Frattanto sorse una discussione tra loro, chi di essi fosse il più grande”. Il secondo dettaglio è nell’intimità che Giovanni crea con Gesù: “Ora uno dei discepoli, quello che Gesù amava, si trovava a tavola al fianco di Gesù. 16 Maggio 2020 | Nessun commento. Il Vangelo di oggi ci ricorda che Gesù ha provato un dolore così. Gesù prende sul serio la fame di chi gli va dietro, ma i suoi discepoli oppongono a questa Sua attenzione la loro debolezza. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2020 – Mt 16, 13-19 Infatti mentre la La doppia lezione che ci lascia è immensa: mai censurare le lacrime (il dolore), e mai lasciare che quelle lacrime vadano a male (rabbia). Commento al Vangelo di oggi di Luigi Maria Epicoco “Sbarcando, vide molta folla e si commosse per loro, perché erano come pecore senza pastore, e si mise a insegnare loro molte cose”. Tu hai parole di vita eterna » Gv 6, 68 Calendario romano Calendario ambrosiano All brands and logos mentioned or used on the website are the property of the respective holders of the rights. Non dovremo mia dimenticare che l’esperienza del tradimento non è un’esperienza che lascia Gesù indifferente. Tutti i marchi, i testi e i loghi citati o utilizzati sul sito sono di proprietà dei rispettivi titolari dei diritti. 6 Luglio 2019. Essere in intimità con Gesù non è una garanzia, è una condizione di responsabilità. Eppure Gesù sa operare con il poco che loro hanno. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 5 Agosto 2020 – Mt 15, 21-28 Solo allora capiremo le cose in una maniera nuova. 12 Aprile 2020 . 14,562 talking about this. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Non sempre i posti a noi più familiari sono anche i più ideali. Ed è proprio a noi che Gesù rivolge la Sua forza e ci guarisce. Chi soffre a causa di queste ferite non dimentichi che Gesù lo comprende bene perché c’è passato prima di lui. Riflessione sul vangelo di Franco Ballerini Ft, Auguri di Buon Natale da Padre Lorenzo Montecalvo, Riflessione del Vangelo di Franco ballerini Ft, Una Proposta per Vivere la Parola di Oggi. Riflessione del vangelo di Oggi “Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore”. Riflessione del vangelo di Oggi “Allontanatosi di là, Gesù giunse presso il mare di Galilea e, salito sul monte, si fermò là”. Gesù sa benissimo che l’uomo per vivere ha bisogno di qualcosa che lo sostenga quotidianamente, per questo scatta in Lui una compassione che i discepoli fanno fatica a capire subito: “Allora Gesù chiamò a sé i discepoli e disse: «Sento compassione di questa folla: ormai da tre giorni mi vengono dietro e non hanno da mangiare. Il terzo dettaglio è nell’intimità che Gesù stabilisce con Giuda: “Rispose allora Gesù: «È colui per il quale intingerò un boccone e glielo darò». Home Vangelo del Giorno don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 7 Luglio... Vangelo del Giorno; Vangelo della Domenica; don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, 7 Luglio 2019 – Lc 10,1-12.17-20. Riflessione sul vangelo di Franco Ballerini Ft, Auguri di Buon Natale da Padre Lorenzo Montecalvo, Riflessione del Vangelo di Franco ballerini Ft, Audio Omelia di Don Michele Madonna del 3 Gennaio 2021. 828. È proprio in questa città che Gesù compie un miracolo interessante soprattutto per i rimandi teologici che l’evangelista Luca vuole porre nel suo racconto. Consumiamo il tempo, le cose, gli eventi, ma l’unica cosa che dovremmo imparare a fare è comportarci come Maria: custodire. Vangelo del Giorno. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Ormai è palese lo scontro polemico con gli scrivi e i farisei. Ed egli reclinandosi così sul petto di Gesù, gli disse: «Signore, chi è?»”. Un portale web dedicato a preghiere e spiritualità, Tanti dettagli fanno da mappa nel Vangelo di oggi. Siamo abituati a consumare. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo di oggi, domenica 26 Luglio 2020 Il Vangelo di oggi ce ne dà un... Continua a leggere. Don Luigi Maria Epicoco Riflessione del vangelo di Oggi. Il commento al Vangelo del giorno di don Luigi Maria Epicoco - Noè e Lot sono due figure emblematiche che Gesù tira fuori nel vangelo di oggi per darci una lezione di discernimento immensa. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia”. Ma ciò che colpisce è il totale disarmo con cui vive questa esperienza. Se la nostra vita spirituale non diventa capacità di entrare in intimità con Cristo, essa non risponderà mai veramente alle domande che ci portiamo dentro. Il commento al Vangelo del giorno di don Luigi Maria Epicoco - Il Vangelo di oggi sembra dar voce alla paura più profonda che si trova nel cuore di ogni uomo. È come se Egli ci ricordasse che abbiamo tutti il diritto di soffrire ma che dobbiamo stare attenti a non trasformare mai il dolore in rabbia, perché la rabbia è male fatto a se stessi e agli altri. In fondo il vero miracolo di questo vangelo è esattamente questa Grazia che sa moltiplicare e sfamare tutti a partire dal poco dei discepoli, a patto però che lo mettano a disposizione e non lo trattengano in maniera frustata. Don Luigi Maria Epicoco Riflessione del vangelo di Oggi. Riflessione del vangelo “Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Il Vangelo di oggi ci parla in maniera dettagliata dell’equipaggiamento che un discepolo di Cristo deve avere: “Allora chiamò i Dodici, ed... Continua a leggere. Il commento al Vangelo del giorno di don Luigi Maria Epicoco - Il brano del Vangelo di oggi inizia con il preannuncio della morte di Gesù: “In quel momento si avvicinarono alcuni … Lo scenario descritto dall’evangelista Matteo nel vangelo di oggi sembra quasi lo stesso scenario delle beatitudini, infatti ancora una volta sale sul monte e sostando alza lo sguardo e si accorge di chi lo segue: “Attorno a lui si radunò molta folla recando con sé zoppi, storpi, ciechi, sordi e molti altri malati; li deposero ai suoi piedi, ed egli li guarì. don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 3 Febbraio 2021 – Mc 6, 1-6 . Ma solitamente a noi non piace attendere, perché l’attesa è anche il tempo dell’incertezza, della lotta con ciò che vorrebbe distrarci, o della paura che alla fine non […] Riflessione del vangelo di Oggi L’attesa è l’alfabeto vero dell’amore.