Sono moglie di un disabile appena dichiarato. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. Per la fruizione dei permessi di cui al comma 1 le lavoratrici presentano al datore di lavoro apposita istanza e successivamente presentano la relativa documentazione giustificativa attestante la data e l'orario di effettuazione degli esami. Sono causa di dissidi e contenzioso anche le tempistiche di concessione del congedo da parte dell’azienda. A questo proposito, se non vi sono esigenze impellenti che impediscono di ritardare il periodo di congedo, il dipendente dovrebbe prediligere la fruizione del congedo straordinario nei periodi meno problematici per l’azienda alla quale dovrebbe cercare comunque di dare un congruo preavviso che le consenta di organizzarsi per tempo. 42, comma 5, d.lgs. Congedo straordinario legge 151 per assistere il familiare disabile in possesso del verbale legge 104 art. Per i lavoratori a tempo indeterminato che utilizzano i permessi relativi al congedo COVID-19 per quarantena scolastica dei figli, introdotto dal D.L. La circolare Inps sull’argomento [3] non prevede un termine di preavviso, da rispettare a pena di decadenza, al fine di preavvertire il datore di lavoro del congedo. La Suprema Corte ha confermato la decisione di secondo grado, precisando che a nulla rileva la mancanza di una norma di rango primario che imponga di presentare al datore l’istanza di congedo straordinario. Da questo importo restano esclusi gli emolumenti variabili della retribuzione entro un limite massimo di reddito che viene annualmente rivalutato secondo gli indici elaborati dall’Istat. La domanda che, frequentemente, i dipendenti si pongono è: il datore di lavoro può rifiutare il congedo straordinario? Così, può beneficiare dei permessi legge 104, ad esempio, chi fa parte del personale di volo delle linee aeree, del personale viaggiante delle ferrovie o dei marittimi. Antonio la convivenza col disabile, per fruire del congedo straordinario legge 104, è necessaria per i seguenti familiari: coniuge o parte dell’unione civile; figli; fratelli o sorelle; parenti e affini entro il 3° grado. può rifiutarsi categoricamente un datore di lavoro per il congedo straordinario retribuito? al coniuge (o unito civilmente) convivente del portatore di handicap grave; Per convivenza deve farsi riferimento, in via esclusiva, alla residenza (intesa come luogo di dimora abituale della persona, secondo quanto previsto dal codice civile) e non al domicilio, né all’elezione di domicilio speciale previsto per determinati atti o affari. La restante somma, sino a un massimo di 11.901,78 euro (ossia il 33% dell’indennità massima, corrispondente all’aliquota contributiva), è a disposizione dell’Inps per l’accredito dei contributi figurativi sui periodi di congedo. Trattandosi di attività lavorativa sospesa non bisogna comunicare lo stato di malattia né all’INPS né al datore di lavoro e si continuerà a percepire la Cassa Integrazione. 9) 1. Posso godere del permesso dei due anni comunque appena assunta? 26 marzo 2001 n. 151 come modificato dal D. Lgs. Altre difficoltà possono sorgere quando l’aspettativa retribuita è in corso di godimento, ad esempio se il dipendente beneficiario si ammala o va in maternità. 3 comma 3, ci si chiede se il datore di lavoro si può rifiutare. Se, invece, è rilasciata una certificazione provvisoria dalla commissione medica integrata, questa può essere presa in considerazione anche prima dei 45 giorni dalla domanda di riconoscimento di disabilità grave e ha validità fino alla emissione del provvedimento definitivo. che hanno problemi seri con le banche!! Deve essere contestuale alla comunicazione da parte del datore di lavoro, contenente tutte le notizie attinenti al licenziamento, trasmessa: alla Direzione regionale del lavoro Tale limite è complessivo fra tutti gli aventi diritto, per ogni persona con disabilità grave. padre o madre, anche adottivi o affidatari, della persona disabile in situazione di gravità, in caso di mancanza, il soggetto per cui si chiede il congedo straordinario deve essere in situazione di disabilità grave riconosciuta dall’apposita commissione medica integrata Asl/Inps, il soggetto per cui si chiede il congedo straordinario non deve essere in, il singolo genitore non può comunque superare, anche con riferimento a più, l’utilizzo del congedo straordinario e dei, i periodi di congedo straordinario non sono utili ai fini della maturazione delle ferie, dei, i periodi di congedo straordinario sono però coperti da. Se il dipendente ha più figli tutti in situazione di disabilità grave, il beneficio spetta per ciascun figlio ma entro i limiti previsti e considerando comunque che questi periodi di congedo straordinario rientrano nel limite massimo globale spettante a ciascun lavoratore di due anni di congedo, anche non retribuito, per gravi e documentati motivi familiari nell’arco della vita lavorativa. Per legge ti spetta un periodo di sospensione dal lavoro di massimo due anni, … Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. note [1] L.104/1992. La domanda d’indennità deve essere inviata entro un anno, dal giorno successivo alla scadenza del periodo di paga nel corso del quale si è verificata la ripresa dell’attività lavorativa. Autore immagine: congedo straordinario di Andrey_Popov, Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. Il beneficio economico, che originariamente era stabilito dalla normativa nella misura di 70 milioni di lire, è rivalutato annualmente. 147 - Lavoratori discontinui; Capo secondo - Lavoro straordinario e lavoro ordinario notturno. Rapporto di lavoro 30 Dicembre 2020 Malattia e fine contratto a termine . dd) Periodi successivi all'1-1-94 per assenza facoltativa del lavoro per gravidanza o puerperio al di fuori del rapporto di lavoro e, i periodi di congedo per motivi familiari fruiti per l'assistenza e la cura ai disabili in misura non inferiore all'80%. Resta fermo l’obbligo di comunicare tempestivamente al datore di lavoro ogni variazione delle situazioni di fatto e di diritto dichiarate nella domanda. Stampa 1/2016. Domanda congedo straordinario al via: l’INPS, con messaggio numero 515 del 5 febbraio 2021, fornisce ai genitori i cui figli si trovino, o si siano trovati a casa, a seguito della sospensione dell’attività didattica le indicazioni da seguire per procedere con la richiesta.. Il messaggio INPS fa seguito alla precedente circolare numero 2 del 12 gennaio 2021 sul congedo straordinario … Per il 2018, i limiti degli importi accreditabili sono: Il tetto massimo, pari a 47.968 euro per il 2018, non si riferisce soltanto all’indennità a favore del lavoratore, ma è una cifra che deve essere ripartita fra indennità economica e accredito figurativo dei contributi. È infatti sufficiente anche la residenza nel medesimo stabile, stesso numero civico, anche se non nello stesso interno. che hanno problemi seri con le banche! Normativa di riferimento. Da qualche settimana non vai più al lavoro. A seguito della ripartizione l’indennità economica non può eccedere, per il 2018, il valore di 36.066 euro, pari a 98,54 euro al giorno (ovviamente se il lavoratore ha una retribuzione lorda inferiore a 36.066 euro l’assegno Inps non può superare l’importo dello stipendio). Comunque, come abbiamo visto, esistono dei limiti: Come abbiamo visto, oltre ad avere diritto ad assentarsi dal lavoro, il dipendente che fruisce del congedo straordinario ha anche diritto ad essere retribuito, percependo a carico dell’Inps una indennità. Per prassi, un preavviso di 30 giorni al datore di lavoro è considerato sufficiente. Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato. Il datore di lavoro non paga il congedo…. dal sito dell’Inps, sezione Servizi per il cittadino, se si è in possesso del codice pin; dal contact center Inps Inail (al numero 803.164); è ugualmente necessario il Pin; tramite i servizi telematici dei patronati. Il congedo straordinario dal lavoro, concepito al fine di consentire l'assistenza ad un familiare disabile portatore di handicap grave, è disciplinato nello specifico dal Decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, modificato dal Decreto legislativo 119/2011 art.42. 149 - Maggiorazione lavoro straordinario; Art. ... e pertanto di aver effettuato richiesta ed ottenuto dall'I.N.P.S. Facciamo allora il punto della situazione sul congedo straordinario Legge 104: obblighi del datore di lavoro, requisiti da verificare, gestione dell’aspettativa. In alcuni casi particolari il trattamento può essere pagato direttamente dall’Inps. Sto per essere assunta fra poche settimane. | Codice Univoco: M5UXCR1 | IBAN: IT 07 G 02008 16202 000102945845 - Swift UNCRITM1590, Supporto legale 100% online per avviare e gestire la tua attività, Questo sito contribuisce alla audience di, Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. Il congedo straordinario non è necessariamente fruito in blocco, in un unico periodo o in più periodi prolungati. Se i requisiti sono rispettati, l’Inps invia una comunicazione via pec direttamente al datore di lavoro il quale, dunque, si vedrà recapitare la notizia a cosa già fatta e apprenderà che, per il periodo di tempo indicato nella comunicazione dell’Inps, il dipendente sarà assente in quanto fruirà del congedo straordinario. L’aspettativa è retribuita dall’Inps e dà anche diritto al riconoscimento dei contributi figurativi: il congedo straordinario è dunque un beneficio pagato dalla collettività, pertanto il suo utilizzo distorto è punito severamente. Art. Questo congedo è concesso alla generalità dei lavoratori dipendenti con l’esclusiva finalità dell’assistenza di un familiare gravemente disabile: se, dunque, utilizzi l’assenza per altri scopi, puoi subire delle conseguenze molto gravi. Art. In particolare, l’istanza può essere inoltrata: dal sito dell’Inps, sezione Servizi per il cittadino, se si è in possesso del codice pin, dell’identità Spid o della carta nazionale dei servizi; dal contact center Inps Inail (al numero 803.164, o 06.164.164 da mobile); è ugualmente necessario il pin; tramite i servizi telematici dei patronati. Ringrazio anticipatamente attendo vostre notizie, Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. [2] Circolare Inps n. 32/2012 e n. 159/2013. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. ! Infatti il dipendente può anche optare per una fruizione frazionata del congedo. che il lavoratore può usufruire al massimo di 2 anni di congedo retribuito nell’arco della carriera, anche se assiste più disabili; che per ogni disabile non possono essere superati 2 anni di congedo straordinario, anche tra più beneficiari. 3 comma 3, sulla legittimità del licenziamento per mancata notifica al datore di lavoro ha deciso la Corte, chiarendo alcuni aspetti. Così come il datore di lavoro, anche il lavoratore stesso deve maturare alcune condizioni. Infine, in merito alla possibile perdita dello stato di disoccupazione in caso di percezione di compensi da lavoro autonomo occasionale da parte di soggetti beneficiari degli istituti di sostegno al reddito, come la Naspi, la normativa a tutt’oggi risulta estremamente lacunosa. La questione della comunicazione e/o preavviso da dare al datore di lavoro per la fruizione dei permessi lavorativi di cui all’articolo 33 della Legge 104/1992, non è disciplinata da alcuna normativa specifica. Il rientro dal congedo può essere anche anticipato, con comunicazione preventiva al datore di lavoro: se durante l’assenza il dipendente è stato sostituito con un altro lavoratore assunto a tempo determinato (l’ipotesi, oggi, rientra tra le causali sostitutive, previste dall’art. Il congedo straordinario è un periodo di aspettativa retribuita, che può essere fruita sino a un periodo massimo di 2 anni nella vita lavorativa, che spetta ai dipendenti che assistono un familiare disabile grave.. Il congedo straordinario spetta, nell’ordine:. Normativa lavoro straordinario. Per ulteriori informazioni ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Permessi legge 104 negati dal datore di lavoro https://www.laleggepertutti.it/260709_permessi-legge-104-negati-dal-datore-di-lavoro, Gradirei sapere per quanto riguarda il congedo se l’assistito può fare residenza presso l’assistente oppure si è obbligato a fare la residenza presso il disabile grazie a attendo risposta. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Possono sorgere delle difficoltà se, ad esempio, per lo stesso disabile grave sono già stati concessi 2 anni di congedo, se non rispetta la priorità tra i familiari aventi diritto, o se il lavoratore sfora il tetto massimo di 2 anni di assenza. Con l’obiettivo di promuovere l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità è previsto l’obbligo di assunzione da parte delle aziende che rispettano alcuni requisiti. Perché non vengano computati nel periodo di congedo straordinario i giorni festivi, i sabati e le domeniche, è necessaria la ripresa del lavoro tra un periodo e l’altro di fruizione. A questa regola generale fanno eccezione i genitori, anche adottivi, di figli disabili in situazione di gravità: in questo caso entrambi possono fruire del congedo straordinario per lo stesso figlio anche alternativamente. Aspettativa retribuita per l’assistenza di familiari disabili: quali sono gli adempimenti e gli obblighi dell’azienda, come deve essere gestita l’assenza. L'articolo 4, comma 24, lettera a), della legge 28 giugno 2012, n. 92 ha istituito il congedo obbligatorio e il congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre, fruibili dal padre lavoratore dipendente anche adottivo e affidatario, entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio. Si consideri che si passa da un soggetto al successivo solo in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti dei primi [2]: Come abbiamo visto, quando a chiedere la fruizione del congedo straordinario siano il coniuge, il partner dell’unione civile, i figli, i fratelli e le sorelle o i parenti o affini entro il terzo grado del disabile grave la legge considera necessario il requisito della convivenza. La comunicazione al datore di lavoro del permesso ottenuto grazie alla legge 104/92, o più semplicemente, legge 104, per l'assistenza al familiare dichiarato disabile in gravità, o per la disabilità stessa del lavoratore, permette di far si che venga comunicato al datore di lavoro il permesso ottenuto attraverso la citata legge. 146 - Disposizioni speciali; Art. La domanda per percepire l’indennità correlata al congedo deve essere inviata all’Inps in via telematica. L’indennità economica a cui il lavoratore ha diritto durante il periodo di congedo è a carico dell’Inps, ma viene anticipata dal datore di lavoro e recuperata con conguaglio contributivo (in pratica l’importo anticipato è scalato dai contributi dovuti dall’azienda o amministrazione, come avviene per malattia e maternità). I permessi Legge 104 sono retribuiti dall’Inps, per cui è il lavoratore a doverne richiedere la concessione all’Istituto: è comunque importante che l’azienda verifichi la correttezza degli adempimenti sin dalla fase dell’autorizzazione, in quanto qualsiasi problema nella concessione del congedo potrebbe riflettersi sull’azienda. Il congedo retribuito Legge 104 è riconosciuto per un massimo di 2 anni nell’arco della vita lavorativa e per ciascun disabile. La comunicazione e il preavviso da dare al datore di lavoro privato. E’ possibile presentare domanda di congedo parentale ad ore anche quando nel contratto collettivo nazionale di lavoro non sia compresa tale modalità di fruizione.