Con la sentenza n. 21048 dell’11 settembre 2017, la Cassazione ci spiega che non è ancora chiaro come muoversi se il giudice non liquida le spese di lit, nella sentenza. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. correzione errore materiale sentenza civile passata in giudicato. Né tantomeno con la rinnovazione della pubblicazione da parte dello stesso organo che - emessa la pronunzia - ha ormai esaurito la sua funzione giurisdizionale. 3, 24 e 111 della Costituzione, dell'art. Se invece l’errore contenuto nella sentenza consegue a una errata individuazione dei presupposti numerici, o dei parametri o dei criteri di calcolo seguiti dal giudice, il vizio è emendabile solo con l’impugnazione; c) sono omissioni tutte le mancanze o le dimenticanze del giudice che non richiedono un’ulteriore indagine di fatto e che, pertanto, non incidono sul ragionamento e sul contenuto sostanziale della decisione. Deve qualificarsi come errore materiale suscettibile di correzione, quello che non riguarda la sostanza del giudizio, ma la manifestazione del pensiero all’atto della formazione del provvedimento e si risolve in una fortuita divergenza fra il giudizio e la sua espressione letterale, cagionata da mera svista o disattenzione nella redazione della sentenza e come tale percepibile e rilevabile “ictu oculi”. cod. 360 c.p.c., sia dall’errore di fatto revocatorio ex art. Si tratta, infatti, di volontaria giurisdizione. Nel procedimento di correzione di errori materiali commessi dal giudice non è possibile la condanna alle spese trattandosi di volontaria giurisdizione. - Nel corso di un procedimento di correzione di errore materiale il Tribunale di L'Aquila ha sollevato questione di legittimita' costituzionale, in riferimento agli artt. <